Come pulire lo smaltimento dei rifiuti

Come pulire lo smaltimento dei rifiuti

Nelle famiglie millenarie, i tritarifiuti sono indispensabili. La normale azione di triturazione dello smaltimento non sempre riesce a scomporre efficacemente ogni altro oggetto e cibo gettato nello smaltimento.

Nel tempo, potrebbe svilupparsi una melma puzzolente sul lato inferiore della gomma attorno all’apertura di scarico, intasando così l’acqua, creando un cattivo odore e ciò diventa piuttosto scomodo.

Con quale frequenza deve essere pulito lo smaltimento dei rifiuti?

I tritarifiuti vengono utilizzati ogni giorno, più volte, in ogni casa. Mantenere questo pulito è un’attività primaria che dovrebbe essere inclusa nelle faccende domestiche.

I tritarifiuti devono essere puliti ogni settimana per evitare l’intasamento dell’acqua e l’odore puzzolente e rancido.

Quali sono gli ingredienti necessari?

I vari ingredienti necessari per pulire e mantenere i tritarifiuti sono sapone per i piatti, bicarbonato di sodio, aceto bianco, salgemma, ghiaccio, soluzione di candeggina, spugna da cucina e bucce di agrumi.

Tutti questi possono essere utilizzati in diverse circostanze e con diverse combinazioni per rompere il blocco, rimuovere l’odore o semplicemente pulire lo smaltimento.

Quali sono i vari metodi utili per la pulizia dello smaltimento dei rifiuti?

Esistono vari metodi per pulire e rimuovere gli odori da un tritarifiuti. Questi dipendono dal tipo di problema, blocco o disponibilità dei materiali.

Spugna da cucina saponosa: è consigliabile scollegare lo smaltimento dalla presa del lavandino o almeno spegnere l’interruttore dello smaltimento nel pannello, sebbene questo metodo non richieda che la tua mano entri in contatto diretto con i denti digrignanti.

Il detersivo per i piatti deve essere applicato su una spugna o uno scrub e passa semplicemente ripetutamente sopra la camera di macinazione per rimuovere olio, grasso, sporco o qualsiasi tipo di sedimento.

Questo metodo si prenderà cura del tuo strumento di macinazione dello smaltimento dei rifiuti se fatto frequentemente. Nel caso tu voglia fare un passo avanti e pulire il tubo di scarico, ci sono vari metodi per farlo.

  • Risciacquo: il risciacquo è il modo più semplice e più comune per pulire i tritarifiuti.

Quando si accumulano segmenti e sporco nei tubi di scarico, si consiglia di utilizzare acqua calda per lavare via tutto, al posto dell’acqua fredda.

In genere si consiglia di aggiungere alcune gocce di sapone liquido in almeno 4 pollici di acqua calda e staccare la spina per far affondare tutto, letteralmente.

L’acqua calda liquefa e rimuove tutti i tipi di grasso, olio o persino detriti se si accumulano.

  • Ghiaccio, aceto e salgemma: per questo metodo, è necessario attivare lo smaltimento dei rifiuti e utilizzare la sua tecnologia di macinazione. Per prima cosa, devi accendere il tritarifiuti e far scorrere dell’acqua fredda.

Quindi devi mettere cubetti di ghiaccio e sale e lasciare che venga schiacciato dalle lame. Un’alternativa è anche quella di congelare dell’aceto bianco e utilizzare quei cubetti di ghiaccio da tritare per pulire il tubo e il tritarifiuti.

I cubetti di ghiaccio, il tempo di acqua o aceto, non solo puliscono il tritarifiuti e il tubo, ma assicurano anche che le lame siano affilate e che venga rimosso qualsiasi tipo di cattivo odore.

  • Bicarbonato di sodio e aceto: per questo compito, saranno necessari circa mezza tazza di bicarbonato di sodio e aceto, ciascuno.

Metti il ​​tappo sull’apertura di scarico per consentire al bicarbonato di sodio e all’aceto di mescolarsi e spumeggiare e intrappolare la soluzione all’interno dello smaltimento.

Si suggerisce un tempo di attesa da 5 a 10 minuti, dopodiché è necessario rimuovere il tappo e lavare bruscamente lo smaltimento con acqua calda per pulire il tritarifiuti.

Nel caso si disponga di due bacini, questo passaggio deve essere eseguito contemporaneamente per ottenere la migliore pulizia sia per lo smaltimento dei rifiuti.

  • Pinze e tenaglie: gli oggetti di grandi dimensioni sono sedimenti che possono causare un intasamento e devono essere rimossi manualmente tenendo presenti le precauzioni di sicurezza e un’azione attenta.

Questi includono plastica, forchetta, cucchiaio, ecc. Tuttavia, si dovrebbe assolutamente evitare di mettere le mani all’interno del tritarifiuti o del tubo di scarico.

Pinze e pinze possono essere utilizzate anche per rimuovere oggetti intrappolati. Si dovrebbe tenere a mente di fare attenzione e torcia per non danneggiare il meccanismo o lo strumento della smerigliatrice.

Passaggi aggiuntivi per rimuovere l’odore e ulteriore manutenzione

Rimozione di odori o deodorizzazione: Molto spesso, i tritarifiuti non sono solo intasati o bloccati, ma hanno anche un odore sgradevole e sgradevole.

Inoltre si sviluppa in un ambiente perfetto per la crescita di muffe e batteri e rende la cucina malsana e pericolosa.

Per rimuoverlo e deodorare, possono essere utilizzati vari ingredienti utili come limone, aceto, scorze di agrumi, candeggina, cubetti di ghiaccio, ecc.

Tuttavia, va tenuto presente che è necessario pulire lo smaltimento dei rifiuti prima di deodorare.

L’odore di rancido viene generalmente polverizzato dal meccanismo di smaltimento, ma a volte è necessario lo sforzo manuale per mantenere la cucina fresca e pulita.

  • Manutenzione regolare: la manutenzione sistematica e regolare dello smaltimento dei rifiuti spesso elimina la necessità di una pulizia pesante o di una manutenzione frequente.

Prima di utilizzare l’apparecchio, si consiglia sempre di attivare un flusso di acqua fredda da medio a forte e per almeno 15 secondi dopo l’arresto della macinatura degli alimenti.

Una certa quantità di cubetti di ghiaccio può essere messa regolarmente nello smaltimento per rimuovere le sostanze di uso quotidiano. Si consiglia di non mettere un sacco di grasso, grasso, manciate di bucce di verdura tutto in una volta perché, secondo quanto riferito, influiscono sulla linea di scarico e provocano intasamento e odore.

Detergenti e sgrassatori per lo smaltimento prontamente disponibili possono essere usati occasionalmente per eliminare grasso o olio, che causano un odore pungente al posto di soluzioni detergenti aggressive casuali.

Conclusione

È importante ricordare di spegnere sempre il tritarifiuti prima di pulirlo perché le estremità taglienti potrebbero causare lesioni significative.

Seguire i consigli di un idraulico professionista per mantenere al meglio scarichi e tritarifiuti è un buon modo per prendersi cura dell’elettrodomestico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.